Australia con Green Island & Singapore

Delia Maninchedda & Carlo Scotti

 

Australia – Green Island & Singapore

  

Australia:

Per chi vuole un mondo lontano, per chi ama le grandi emozioni, per chi vuole vedere e nuotare su una barriera corallina di 2600 km, per chi si emoziona nell’ascoltare e vivere le storie aborigene, per la School of the air a Alice Springs, per i colori di cui si illumina all’alba ed al tramonto Uluru, Ayers Rock per gli aborigeni: per vedere i canguri correre ed i koala dormire sugli eucalipti, perchè Sydney ha la piu bella baia del mondo.

 Green Island:

L’isola di Green Island è un piccolo atollo corallino circondato da spiagge bianche e lagune coralline color turchese; dista appena 27 chilometri da Cairns.All’interno dell’atollo c’è una rigogliosa foresta tropicale.

Singapore:

è una città-stato costituita da un’isola principale ed altre minori, che si trova all’estremità meridionale della penisola di Malacca ed è separata dalla Malaysia da uno stretto braccio di mare. La posizione strategica all’imboccatura dello stretto di Malacca ha reso Singapore uno dei principali centri commerciali dell’Asia; vista l’esiguità del territorio e l’elevato popolamento è uno dei Paesi con la maggiore densità abitativa del Pianeta.

 28 Giugno 2016

Volo Malpensa- Dubai con volo Emirates , pasti e pernottamento e bordo

29 Giugno 2016

Arrivo all’aeroporto di Dubai e concidenza con il volo Emiratesdper Adelaide.

Arrivo all’aeropoto e penottamento presso l’ Majestic Roof Garneds

Adelaide :Tranquilla e maestosa città di gusto decisamente europeo, Adelaide è la capitale del South Australia. La zona centrale dello shopping per eccellenza è Rundle Street, vale la pena di fare un giro anche nelle gallerie laterali, molto belle e di stile retrò. Esiste un sistema di pullman gratuito che fa il giro della zona centrale. Un’altra possibilità è il noleggio di una bicicletta (presso il parco pubblico) per dedicarvi all’esplorazione di questa città tutta in pianura, la zona centrale e il parco. Gli edifici di maggiore interesse sono il Festival Centre, il Parliament House, il Casinò, la Art Gallery Of South Australia, il South Australian Museum e Ayers House. Una visita merita sicuramente la cittadina di Glenelg, lungo la costa. Ci si arriva raggiungendo Victoria Square e prendendo il vecchio e pittoresco tram che in circa 20 minuti conduce alla meta, una graziosa cittadina di mare con negozi e una bella passeggiata lungo la riva, sostando in un caffè all’aperto.

30 Giugno 2016:

Escursione a Kangaroo Island

Kangaroo Island è un’isola spettacolare, con scogliere a strapiombo sul mare tempestoso, bellissime spiagge e boschi di eucalipto, per non parlare dell’immensa fauna composta da echidna, canguri, koala, wallaby e pinguini che vivono su tutta l’isola. In assoluto e’ una tappa indimenticabile per tutti coloro che visitano il South Australia. La tappa più famosa di Kangaroo Island è il Parco Naturale di Seal Bay, nella costa sud dell’isola, dove vive una colonia di circa 500 rari leoni marini australiani, che rappresenta all’incirca il 10% dell’intera popolazione mondiale di questa specie e all’ingresso del centro visitatori si trova un centro informazioni che fornisce tutto quanto serve per la conoscenza di questi animali. Un’altra grande esperienza dell’isola e’ la vista dei piccoli pinguini che costruiscono i loro nidi sulle colline sabbiose e sui promontori vicino a Penneshaw e Kingscote ed aspettano fino al tramonto prima di fare ritorno a riva. Ogni sera vengono effettuali tour guidati a Kingscote e a Penneshaw dopo il tramonto. L’isola conta 18 Parchi Nazionali e Naturali, il piu’ importante dei quali è il Parco Nazionale di Flinders Chase che, con le sue incontaminate foreste e praterie, ricopre la parte più ad ovestdell’isola. Qui la spettacolare zona costiera e’ costituita da ampie scogliere e costituisce un vero Eden per molte specie animali quali foche, leoni marini, aquile marine e uccelli. La parte interna del Parco invece e’ composta da foreste di eucalipto, dove si rifugiano canguri, wallaby, emu’, opossum, echidna, goanna ed ornitorinchi. Anche i koala sono numerosi a Kangaroo Island, uno dei pochi luoghi in cui i visitatori possono ammirarli nel loro habitat. Altre tappe bellissime sono una visita alle Remarkable Rocks, grandi formazioni di granito che svettano alte su un promontorio a strapiombo sul mare, con le loro contorte e stravaganti levigazioni create da migliaia di anni di vento, pioggia e onde del mare e sono una delle rappresentazioni maggiormente fotografate dell’isola e all’Admiral’s Arch presso Cape du Couedic: si tratta di un arco roccioso dove si rifugiano i leoni marini neozelandesi che pescano nelle acque del circondario.

 Tour guidato in inglese di un’intera giornata in 4×4 “Kangaroo Island Wildlife Discovery”; partenza dall’hotel di Adelaide alle ore 06.15 e trasferimento in pullman a Cape Jarvis per l’imbarco sul traghetto diretto a Kangaroo Island. All’arrivo sull’isola (ore 9.45 circa), incontro con la guida locale per un’ introduzione a questo paradiso naturale; l’isola ospita, infatti, specie animali e vegetali di rara bellezza. Potrete ascoltare il canto degli uccelli nativi dall’alto degli alberi di eucalipto e cercare di avvistare echidna, wallaby, opossum e koala. Sosta a Seal Bay, dove potrete camminare sulla spiaggia tra i leoni marini. Pranzo picnic in corso di escursione accompagnato da ottimi vini locali; passeggiata nella macchia ed esplorazione delle spettacolari spiagge del nord. Nel tardo pomeriggio, prima di concludere quest’entusiasmante avventura, potrete ammirare i canguri che escono dalla boscaglia per pascolare su prati aperti. Rientro ad Adelaide in ferry dal porticciolo di Penneshaw (ore 19.30) con arrivo ad Adelaide verso le ore 22.00.

Rientro in hotel e pernottamento

01 Luglio 2016: 

Noleggio auto e e partenza per la Great Ocean Road.

Pernottamento a Portland – Hotel Lorelei B/B

Percorso panoramico lungo la Great Ocean Road che si estende per 240 km da Torquay (zona per gli appassionati di surf e dove è stato girato il film Point Break) ad Allansford vicino a Warrnambool, passando per villaggi tipici di pescatori e attrazioni naturali lungo la famosa strada famosa in tutto il mondo per i suoi panorami spettacolari. Si passeranno le cittadine di Lorne e Apollo Bay, pittoresco paese di pescatori dove si possono fare escursioni in kayak per vedere le foche o rilassarsi sulla spiaggia.  Dopo Apollo Bay si incontra il parco nazionale di Otway dove è ospitato il più antico faro d’Australia e che offre una rigogliosa foresta tropicale e dove potrete camminare nel verde fra cascate, alberi secolari e palme giganti. All’interno della foresta troverete il Fly Tree Top Walk, un percorso di passerelle della lunghezza di 600 metri sospeso a 25 metri da terra con una postazione panoramica a 45 metri di altezza per ammirare il panorama. Al Port Campbell National Park le altissime scogliere rocciose, erose dalla forza del vento e del mare in migliaia di anni, si sono trasformate in faraglioni, archi e gole, tra cui i faraglioni dei “Dodici Apostoli” e il “London Bridge”

02 Luglio 2016:

Pernottamento ad Apollo Bay  – Hotel Capitains at the Bay

03 Luglio 2016:

Pernottamento a Melbourne – Hotel Travel Lodge Southbank

Melbourne è una città ricca di parchi, palazzi antichi e modernissimi grattacieli, ma anche centri sportivi e stadi che sono diventati veri luogo di culto per gli appassionati australiani. Ha un fascino intellettuale, forse dovuto all’architettura vittoriana dei palazzi storici o alla passione per musica e teatri, ma tutto questo si contrappone allo stile moderno delle ultime costruzioni. Melbourne è definita a buon diritto la “città dei giardini”, con il Botanic Garden e il Fitzroy Park, dove è stato interamente ricostruito il cottage natale del mitico Capitano Cook importandone pezzo per pezzo nientemeno che dalla vecchia Inghilterra. Meta d’obbligo per lo shopping è Queens Victoria Market, un mercato aperto tutti i giorni con orari diversi, chiedete in loco per informazioni. Le vie centrali per lo shopping classico sono Bourke, Elisabeth e Swanson Street, molto più care del mercato di Queens. Si consiglia anche la visita a St. Kilda, lungo l’omonima strada, è una cittadina di mare molto graziosa con negozi, passeggiate e ristorantini tipici. Alla sera, consigliata la passeggiata lungo il fiume fino al casinò.

 04 Luglio 2016:

Rilascio auto e partenza con volo per Alice Springs. Arrivo e noleggio fuoristrada 4 x 4 e partenza per Kings Canyon

05 Luglio 2016:

Pernottamento ad Ayers Rock – Hotel Desert Garden

Uluru (Ayers Rock) 348 metri d’altezza, 3 chilometri di lunghezza, 2,5 chilometri di larghezza con un perimetro di 9. Volendolo misurare, queste sono le cifre che delimitano Ayers Rock, l’imprescindibile e imperscrutabile monolito che si eleva nella boscaglia piatta e arida nel cuore d’Australia. Il colore che l’ha reso famoso è il rosso, le cui gradazioni variano nell’arco della giornata seguendo il variare dei raggi del sole. Questo fenomeno è dovuto alla presenza di minerali ferrosi nella sua struttura. E’ possibile scalarlo e ammirarlo dal cielo, in aereo, elicottero e mongolfiera. Ma al di là delle misurazioni, degli eventi geologici che l’hanno creato e dei punti di osservazione dai quali fotografarlo, nell’anima di Ayers Rock c’è ULURU, il luogo sacro agli aborigeni, “Il Luogo Sacro dei Sogni”. Dove il “Tempo del Sogno” è il tempo mitico dei primordi della creazione, in cui dalla terra emersero gli Esseri Ancestrali per popolarla e modellarne il paesaggio. Loro crearono le piante, gli animali e le tribù con le loro leggi e credenze. Secondo il mito, Uluru, durante il Tempo del Sogno, non era che una collina di sabbia dove dimoravano mitici animali. Solo al compimento della creazione assunse la forma attuale mentre la presenza dei suoi abitatori rimase testimoniata in segni naturali sul monolito. Le caratteristiche pieghe verticali, i pozzi d’acqua alla base, le macchie di licheni e Ngura, la testa di aborigeno precisamente delineata su un versante di Ayers Rock, non sarebbero che le testimonianze naturali di quelle mitiche, antiche presenze animali.

 

Escursione cena The Sound of Silence

Cena a barbecue inclusa: raggiunta una tranquilla duna di sabbia si attende il lento calar del sole sorseggiando champagne sulle dolci note del tipico Didgeridoo. Scomparso il sole, inizia a brillare la luce delle candele, mentre viene servita una deliziosa cena preparata direttamente sul barbecue. Attorno, il deserto si sta lentamente addormentando, raccontando con le voci del silenzio le tradizioni degli antichi aborigeni.

 

06 e 07 Luglio 2016:

Rilascio auto all’aeroporto di Ayers Rock e partenza con volo per Carins.

 

Pernottamento nel cuore della Foresta Pluviale del Tropical North Queensland – a Mossman Rover  soggiorno al Luxury Lodges Silky Oaks – categoria 5* – sistemazione nel Deluxe Treehouse lodge con il pacchetto di 2 notti “Kuku Yalanji Dreamtime” che include la prima colazione, il tè pomeridiano servito nella Jungle Perch, la cena a 2 portate nel Treehouse Restaurant, la “Kuku Yalanji Dreamtime walk” una passeggiata accompagnata (ispirata ad Avatar) lungo il Mossman Gorge e all’interno della foresta pluviale e tutte le attività incluse dal resort.

 

 08 Luglio 2016: 

Trasferimento per Cairns. Partenza dalla marina di Cairns per Green Island con il catamarano. Sistemazione nelle camera rirervate e pernottamento.

Dal 09 al 11 Luglio 2016:

Trattamento di pernottamento e prima colazione al Resort

Le 46 lussuose suites sono suddivise in Reef Suites di 66 metri quadri con un grande letto matrimoniale rialzato e un salotto e Island Suite di 56 metri quadri con letto matrimoniale o twin. Tutte le sistemazioni sono circondate da alberi di canapa e dispongono di un terrazzo privato con tavolo e sedie, climatizzatore regolabile, ventilatore a pale, bagno con vasca e doccia separati, accappatoio in stanza, asciugacapelli, specchio grande, bollitore per tè e caffè, tv sat, telefono con segreteria, minibar e frigobar, cassetta di sicurezza, pila ricaricabile, asse e ferro da stiro. Il Resort e le suites sono attrezzati per disabili. Numerose le attività incluse nel soggiorno: cocktail di benvenuto con presentazione dell’isola, passeggiate guidate nella foresta pluviale – anche notturne, osservatorio sottomarino, tour con la barca dal fondo di cristallo, windsurf e canoa, equipaggiamento per lo snorkelling, beachvolley, lettini e ombrelloni per la spiaggia. Tra i servizi a pagamento il diving, snorkelling tour, parasailing, voli panoramici in elicottero e idrovolante, pesca d’altura e il famoso Seawalker helmet – il casco con respiratore incorporato che consente di passeggiare sul fondo del mare per ammirare i pesci. Nella zona riservata agli ospiti c’è una tranquilla piscina con bar nell’acqua e un terrazzo relax per prendere il sole. La Club Spa Massage & Beauty propone trattamenti di benessere e massaggi a bordo piscina, nel centro benessere oppure nella propria stanza. Al Ricevimento ci sono i pc con collegamento ad internet e una biblioteca a disposizione dei clienti con libri, giochi di società, video e quotidiani. Il Resort propone un’ampia scelta per la ristorazione: il Ristorante Emerald è l’ambiente elegante con cucina tropicale e una bella terrazza; il Canopy Grill è più informale con una selezione di piatti al buffet e i migliori hamburger; per una serata romantica si può richiedere la cena sulla spiaggia a lume di candela; il Lite Bites serve gelati, dolci, panini e snacks.

12 Luglio 2016:

 Partenza da Green Island con il catamarano delle ore 12.00 per la marina di Cairns. All’arrivo trasferimento libero all’aeroporto di Cairns e partenza  per Sydney.

Arrivo e pernottamento presso Hotel Holiday Old Sydney

Sydney è la città più famosa d’Australia: luminosa e vitale, offre bellezze naturali incomparabili, come la baia e le moltissime spiagge della costa tra cui Mainly o Bondy Beach, ma anche centri commerciali, teatri, spettacoli culturali di ogni tipo e uno splendido giardino botanico. Per conoscere Sydney partite dalla famosa Opera House, passeggiando lungo la baia sino a raggiungere il giardino botanico, maestoso e rilassante, con stormi di pappagalli bianchi che scendono a terra in cerca di cibo. Proseguite poi lungo la passeggiata che conduce al Circular Quay, dove potrete prendere il traghetto che con una breve crociera nella baia porta all’acquario sottomarino di Darling Harbour (vedrete mante gigantesche che ondeggiano sopra di voi) o al Taronga Zoo, dove potrete osservare tutte le specie animali più insolite che abitano la grande isola-continente Australia. Sempre dall’Opera House potrete raggiungere il quartiere storico The Rocks, un tempo i magazzini coloniali inglesi oggi ristrutturati per diventare centro commerciale e zona di svago: giocolieri, musicisti e artisti da strada allietano i passanti a caccia di souvenirs o di una buona birra australiana, fino ad arrivare all’Harbour Bridge. nte mozzafiato.

Dal 13 al 14 Luglio 2016:

Giornate da dedicare alla visita della città

 15 Luglio 2016:

 Partenza dall’aeroporto di Sydneycon volo per Singapore . Pasti a bordo.
Arrivo all’eroporto e pernottamento presso l’hotel Grand Hyatt Singapore

  16 Luglio 2016:

Giornata da dedicare alla visita della città.

17 Luglio 2016:

Partenza dall’aeroporto di Sigapore con volo diretto a Dubai e coincidenza con volo per Milano Malpensa.

Grazie a tutti 

Contattaci per maggiori informazioni

Link a: TopLink a: ClassicLink a: JeansLink a: Business
© SCAM VIAGGI srl | P.IVA 00691120968 | Privacy Policy | Cookie Policy